2010/2011: un anno difficile, ma grande spirito Real

Il Real iniziava la nuova stagione con i migliori auspici, pronto a migliorare ancora.

Il calciomercato rafforzava la rosa con gli acquisti di Bitetto Davide, Donvito Giacinto e, a campionato in corso, Cristelli Adriano e il turanese Silvestri Cristian, ma costringeva purtroppo alla cessione forzata di pedine fondamentali come Di Romano e Poggi.

Dopo la grande festa di presentazione in Piazza a Turania con enorme partecipazione di pubblico, e il duplice sfortunato impegno nel primo turno di Coppa Lazio con il Santa Susanna, il campionato iniziava però subito in salita per il Real.

Tra infortuni, assenze forzate, e anche molti errori in campo, la squadra affrontava il campionato con grandi difficoltà, ma sempre sorretta da uno spirito di gruppo eccezionale e da un manipolo di tifosi, ristretto ma sempre presente e importante per il morale della squadra.

Una lunghissima serie di infortuni e assenze forzate logorava fin da subito la rosa e le prestazioni della squadra, e con il passare delle giornate la classifica risultava sempre più deficitaria.

Ma anche nelle tante peripezie di un campionato travagliato e risultati negativi, il Real era protagonista di gare spettacolari e una tenuta comportamentale esemplare, fino all'ultima giornata lottando al massimo delle forze, con un gruppo unitissimo, la coscienza pulita, e a testa alta, e poi ancora con il successo nel Torneo di Calcio a Cinque post-campionato.