Cronache Partite

Real sconfitto 4-3 con la capolista Romanina, ma in campo con grande personalità, qualità e una prestazione solida e soddisfacente.

SERIE D CALCIO A CINQUE

GIRONE B

21^ GIORNATA

ATLETICO ROMANINA - REAL TURANIA CALCIO: 4 - 3 (1 - 2)

Marcatori: 8' Fedele (RTC), 15' Cirillo (RTC), 28' (AR), 39' (AR), 48' (AR), 52' (AR), 60' D'Elia (AR)   

Ammoniti: - - -

Espulsi: - - -

Tiri Liberi: Atletico Romanina 0/0 - 0/0 - - - Real Turania Calcio 0/0 - 0/0

Note: serata con cielo coperto e pioggia; temperatura fresca; terreno sintetico in buone condizioni; spettatori 30 circa; recupero 1°T (2') - 2°T (2').

REAL TURANIA CALCIO1 De Angelis (C), 2 D'Elia, 3 Agrello, 4 Franca, 6 Macera, 7 Cirillo, 8 Ricciardi, 9 De Giuseppe10 Fedele, 11 Stucchi, SN Verga - Allenatore: Mr. Petrucci E. 

 

CRONACA: convinzione e felicità per la buonissima prestazione, o delusione e rabbia per non aver concretizzato quanto fatto e il risultato avverso? Il dubbio amletico non è facile da sciogliere ma come detto durante e dopo la gara la partita giocata dal Real, così come quasi tutte le ultime disputate contro le compagini di altissima classifica, ha mostrato e ribadito le qualità che la squadra possiede quando gioca con concentrazione e impegno massimo, ma anche quelle debolezze in termini di disattenzioni che troppo spesso costano sconfitte e punti persi. Sul campo della Romanina, seconda in graduatoria e squadra esperta e quotatissima, un Real privo di tante pedine importanti sfoderava una prestazione di grande livello, alla quale tutti partecipavano con intensità e giocate. Il primo tempo era pressoché perfetto, con la manovra corale impreziosita dall'ottima difesa di un Agrello subito affaticato ma in grande crescita, e le preziose iniziative di un De Giuseppe ispiratissimo e spina nel fianco della retroguardia avversaria. Pochi minuti e le trame del trio Cirillo-Fedele-Ricciardi portavano al vantaggio turanense con assist di Ricciardi a tagliare li campo e rasoterra in corsa dell'accorrente Fedele. La squadra di casa provava a reagire ma le chiusure erano sempre efficaci e De Angelis non doveva compiere interventi eclatanti. Il 2-0, opera di Cirillo con tiro preciso ancora assistito da Ricciardi, permetteva al Real di sciogliersi ulteriormente e anche le rotazioni producevano buoni risultati anche nel momento di massima pressione ciampinese. Gestione della palla e rapide accelerazioni davano il La ad altre azioni turnensi con De Giuseppe bersagliato dai falli avversari e Fedele a vedersi respingere a tu per tu dal portiere la clamorosissima opportunità dello 0-3. Scampato il pericolo la capolista aveva la fortuna di accorciare proprio a fine frazione con un tiro dalla distanza che trovava una deviazione e batteva De Angelis all'incrocio. Dopo la pausa, nonostante i tentativi di accelerare da parte della Romanina, il Real aveva ancora testa e gambe per rispondere colpo su colpo, e a metà ripresa, dopo alcuni pericoli scampati, e una stratosferica respinta di piede di De Angelis,  in una manciata di minuti il Real aveva tre incredibili opportunità in 3 contro 1 per aumentare il vantaggio, ma purtroppo mancava sempre il passaggio decisivo scoprendosi paradossalmente alle ripartente avversarie. Mancate le occasioni, e con la fatica a farsi sentire sulle gambe, la compagine turanense accusava il colpo delle occasioni mancate e dopo il gol del 2-2, attorno al 50' subiva due rapidi marcature che indirizzavano il match sul 4-2 sfruttando una diagonale ritardata e una marcatura poco aggressiva da parte dei turanenensi. Nel finale il Real non smetteva comunque di giocare e crederci e dopo una conclusione di Cirillo, e una traversa di D'Elia da posizione defilata, il gol del 4-3 arrivava al 60' con bolide dello stesso numero 2, abile a stoppare il passaggio di Franca, e infilare il pallone all'incrocio dei pali, poco prima del triplice fischio finale di un match che ha lasciato l'amaro in bocca per il risultato, ma di certo aumentato la consapevolezza del gruppo e della squadra. 

Il Giornalino - Real Turania Calcio